Elba

Mia mamma pesa meno di 50 kili…,stamani sono passsto per una breve visita, giusto il tempo di un caffè, e sono rimasto abbastanza scioccato. È tutta pelle ed ossa, la malattia la sta divorando. Spero che ceda il cuore, prima di vederla spengere in un letto di ospedale. Le ho dedicato tanto tempo in questi ultimi 11 anni, cioè da quando sono tornato, ed ora sta giungendo la fine, non mi rimane che il tempo di una tazzina da caffè, considerando anche il fatto che mia sorella, fa il minimo sindacale….le fa la spesa, le prende le medicine ma non avendo un grande feeling non si ferma mai per un po’ di compagnia, quello che in finale manca alle persone anziane. La solitudine specialmente quando perdi pure l’autonomia, diventa il peggior nemico, non sarebbe poi neanche così difficile da capire, ma talvolta conviene far finta di niente.

Piombino

Le analisi sono pronte….inoltre servono una marca da bollo da 16 euro, un certificato medico x altri 30 euro, dopo che l’avvocato e lo stesso medico avevano già dichiarato che non soffrivo di strane patologie, il certificato allora a che cazzo serve?….e un’altra ventina di euro da versare al momento della visita….oltre alla spesa delle analisi….più di cento euro x poi trovarsi di fronte ad uno pseudo dottore che appena dopo averti salutato ti dice….”….Eccone un altro beccato in flagrante….”…..Già mi stavi sul cazzo appena ti ho visto, figurati ora dopo questa ignobile battuta….Ero al lavoro, gli dico….al lavoro fino alle 4 del mattino….”….E che lavoro fa fino a così tardi dove pure si beve?….”….Questo è proprio stupido, non c’è cura….meglio stare calmi altrimenti la patente non la becco più….”…Cameriere in un ristorante, dico…era comunque il cenone di fine anno….1,17, il risultato dell’alcol test, non mi sembra unosballo eccessivo, comunque ho sbagliato e stop….non ho altro da dire….”….Più lo guardo più mi sta sul cazzo….Sulla sessantina o forse anche meno ma portati male, capelli tinti ed occhiali di pessimo gusto, continua a far girare la penna fra le dita, a sfogliare il foglio delle analisi ed a emettere sorrisini che mi fanno andare il sangue al cervello….Mi controlla la vista con gli occhiali, meglio così xchè sulla patente ho guida senza e mi dice che il certificato non me lo può dare xchè chi lo firma non ci sarà fino a martedì prossimo…..Ti pareva…..”….Torni il prossimo martedì a ritirarlo…”….”….Ho aspettato tanto posso aspettare anche fino alla prossima settimana, giorno più giorno meno, dico, e se me lo potete spedire x posta, eviterei di fare su e giù…..Ci aggiungerei come la pelle del cazzo….ma meglio essere gentili, specialmente con chi la gentilezza non sa neanche dove sta di casa….”….Un’ultima cosa, aggiunge lo scimmione….Dopo aver ricevuto il certificato, deve andare alla Prefettura a ritirare la patente, dopodichè alla Motorizzazione dove gli rilasceranno una nuova patente con un anno di validità….ci vediamo fra 12 mesi….”….Vaffanculo sarebbe il minimo, ma saluto cordialmente e me ne vado….

Elba

L’avvocato dice che ci vorranno almeno 3 settimane x far riavere la patente….”….Dobbiamo prima chiedere la visita medica, dimostrare dalle analisi che non sei un alcolizzato (magra consolazione) e dopo varie procedure ti rilasceranno una patente provvisoria x almeno un anno, in attesa della sentenza….poi dopo la sentenza chiederemo di scontare la pena attraverso i servizi sociali….Ci vorranno alcuni mesi, dipende poi dal giudice e da come gli gira…..”…..”…..In termini economici, chiedo….quanto….quanto ci sarà da tirar fuori?…..”….”….Un millecinquecento euro, dice, all’incirca….”……Ne pago subito un terzo, così ci togliamo subito di testa possibili acquisti….avevo trovato una reflex usata ad un buon prezzo….ma meglio lasciar perdere….ogni volta che sogno una macchina fotografica nuova….zac…arriva la mazzata….

Elba

Mattinata alquanto interessante….una bella visita all’ospedale, dove a mia mamma veniva curata la gamba, nella speranza che questa benedetta ulcera si chiuda definitivamente e possa intraprendere la via delle analisi e prove varie, x essere pronta all’intervento dell’anca…..nonostante le corsie super affollate, il dottore è stato gentile e disponibile, rimandandola al prossimo 18 ottobre….subito dopo un’altra visita al cimitero da mio babbo, con saluto finale a chi, come dice mia mamma, non vedeva da tempo e che invece ha ritrovato qui fra i tanti marmi esposti al sole….”…..Ecco xchè, dice, non lo si vedeva più in giro…”….Questa nuova investitura da badante, mi toglie il tempo x cercare qualcosa da fare, anche se al momento di lavoro ce n’è sempre meno, in più mi toglie pure x quel poco che avrei potuto trascorrere con Jessika, specialmente la sera, x cena, dove ovviamente devo essere presente x cucinare e servire mia mamma….Mi ha colpito però la frase di un mio coetaneo, trovato x caso stamani al bar dell’ospedale mentre sorseggiavo un tremendo caffè macchiato….”….Non faremo mai abbastanza, x tutto ciò che hanno fatto x noi….”….

Elba

Trovo mia mamma in lacrime, nella consueta visita pomeridiana…Ha in mano un foglio, nel quale Giuliana sottoscrive di affidare sua figlia Krishna ad una certa Silvia, togliendo pertanto ogni possibilità di adozione da parte dei miei anziani genitori…”…Non si è mai capito, continua mia mamma, il suo comportamento, evidentemente soggiogato da quella troiona che si è messa sempre contro di noi pur di toglierci la bambina…eppure avevamo fatto di tutto, curavamo la dipendenza di tua sorella ed abbiamo dato alla nipotina tutto quanto avevamo, tutte le nostre attenzioni, neanche voi avete avuto tanto…le comprai dei vestitini che la facevano sembrare una bambola…quando la portavamo con noi al Circolino, dove si andava a ballare, attirava l’attenzione di tutti i nostri amici…Come si dice, mi chiede mentre si asciuga l’ennesima lacrima, che scivola facendosi spazio in quel viso che sembra assomigliare sempre di più a mia nonna…dove butti la carta in Inglese?…”…”…The bin…rispondo…”…”…Ecco…tutti le chiedevano…krishna…Krishna….dove si butta la carta…e lei rispondeva sorridendo…In the bin…aveva i capelli come i tuoi…biondissimi, quasi bianchi e buccolosi…mi hai fatto male l’altro giorno quando mi hai detto che io e tuo babbo non abbiamo fatto nulla x tenerla…nessuno ci ha aiutato…ci ha dato una mano…tutti contro…e quella Silvia…tutti i giorni portavo e andavo a riprendere Krishna all’asilo…e poi…e poi…una mattina, aspettavo, aspettavo, ma lei non arrivava…pensavo si fosse trattenuta a giocare con qualche altra bambina…ed invece era passta quella zoccola della Silvia con il foglio firmato da Giuliana…la portò via…lontano…e x sempre…

Elba 2006

Prima visita x mia mamma, dopo l’abbandono delle stampelle. Il dottore la guarda, dall’alto del suo bianco camice, che incuote non poco mia madre ..”…Forza, mi faccia vedere come cammina…”….Parte eseguendo l’ordine alla perfezione, sembra si sia preparata x una sfilata…testa in alto, sorridente, muove le braccia come se ballasse, divertita, contenta…”…Mamma, le dico, sembri proprio tornata in forma smagliante…”…Bene, bene, dice il dottore, ha fatto dei buoni progressi…mi faccia ora vedere la ferita…”…Mia mamma si imbarazza sempre nel calarsi la tuta…..”…Una leggera infiammazione, ma è tutto nella norma, sa dice, è una ferita di oltre 25 cm. ci vuole del tempo, perà noto che nonostante l’età, non ha cellulite, conserva ancora delle belle gambe…”….”…E vai…mamma…qualche altro mese e poi, un bel tanga…e al mare….”….”…Cosa….?…Quelle cose io non le indosso…vero dottore…quel filino che serve a coprire cosa…non le capisco le donne di oggi…una bella mutanda..quella si… che è comoda..”….Salutiamo il dottore, che le prescrive uno spray antinfiammatorioe e che forse non aspetta altro che la visita di un bel fondoschiena brasileiro….Mi guarda…”..E io..dice…che ti chiedo di accompagnarmi…sei sempre il solito, mi fai fare delle figure pessime…..”…Dopotutto sono contento, sta riprendendo i movimenti persi dopo l’intervento, non usa più le stampelle se non in casi estremi, cammina decentemente e a casa può riprendere a fare qualcosa, un doppio aiuto, x lei e x me, a trascorrere meglio le interminabili giornate, se poi riuscissi anche io a trovare qualche lavoretto serale, potrei cominciare a tirarmi su…

Firenze 2006

Hanno fottuto il portafoglio a il Bob e al compagno di stanza. Bastardi…e dire che il reparto è inflessibile con gli orari delle visite, ieri addirittura, sono arrivato in anticipo di una ventina di minuti, ma non mi hanno fatto passare fino all’ora del passo. Bob dice che fino al pomeriggio alle 4,00 aveva il portafoglio nel cassetto e l’unico ad essere entrato in camera, mentre lui era a fumare sul terrazzo e l’altro stava dormendo, è stato l’addetto alle pulizie, come del resto succede tutti gli altri giorni….”… Mai avrei pensato che quel figlio di puttana potesse arrivare a fare una cosa del genere….rubare agli ammalati…dice il Bob….ma con me l’ha preso nel culo, c’erano solo i documenti, neanche un euro…”…”…Infami si nasce…rispondo…il vecchietto però sembra più preoccupato…”…Mia moglie mi aveva portato parte della pensione x farmi stare tranquillo, lei non può venire sempre quà…ha i dolori alle gambe e viviamo lontano dall’ospedale…”…Sono senza parole…più sei nella merda e più ti ci spingono…e poi rubare ad un povero pensionato, che si muove a malapena e già preoccupato delle proprie condizioni di salute…in più i documenti, le denunce da effettuare, le eventuali nuove richieste…affanculo….Pensare ci ho scherzato su, con il Kosovaro nei mesi scorsi, che di portafogli se ne intende, ma come tanti ha un codice d’onore da rispettare…diceva sempre…”…Mai rubare agli anziani, alle donne e agli ammalati…non potrei mai…”…E invece c’è chi può e già si parla al reparto di diversi furti….Cercheremo di tendergli una trappola, nei prossimi giorni e spero x lui, che non si faccia prendere, xchè rischierebbe davvero grosso..siamo incazzati neri….Il bob intanto mi chiede di tirar giù  la valigia che tiene sopra l’armadio…La mette di traverso in modo che rimanga di fronte all’altro letto…la apre e comincia a rullare un cannone…”…Ogni tanto ci vuole…dice a bassavoce…qui c’è da impazzire…”…Ma come mai, chiede il vecchietto, tu apri sempre la valigia?…cosa tu ci cerchi dentro tutti i giorni?…”…”…Niente, niente, nonno, risponde il Bob…ho dentro dei documenti importanti di lavoro…sai…avessero a fottermi pure questi…meglio controllare più volte al giorno…”….