Elba

Mattinata alquanto interessante….una bella visita all’ospedale, dove a mia mamma veniva curata la gamba, nella speranza che questa benedetta ulcera si chiuda definitivamente e possa intraprendere la via delle analisi e prove varie, x essere pronta all’intervento dell’anca…..nonostante le corsie super affollate, il dottore è stato gentile e disponibile, rimandandola al prossimo 18 ottobre….subito dopo un’altra visita al cimitero da mio babbo, con saluto finale a chi, come dice mia mamma, non vedeva da tempo e che invece ha ritrovato qui fra i tanti marmi esposti al sole….”…..Ecco xchè, dice, non lo si vedeva più in giro…”….Questa nuova investitura da badante, mi toglie il tempo x cercare qualcosa da fare, anche se al momento di lavoro ce n’è sempre meno, in più mi toglie pure x quel poco che avrei potuto trascorrere con Jessika, specialmente la sera, x cena, dove ovviamente devo essere presente x cucinare e servire mia mamma….Mi ha colpito però la frase di un mio coetaneo, trovato x caso stamani al bar dell’ospedale mentre sorseggiavo un tremendo caffè macchiato….”….Non faremo mai abbastanza, x tutto ciò che hanno fatto x noi….”….

Elba

Bevo un caffè mentre aspetto la chiamata del veterinario…paranoia totale, deve visitare Apollo e darmi la risposta dell’esame sul tumore che gli hanno tolto un paio di settimna fà…E quando aspetti con ansia una chiamata, ne arrivano sempre altre, delle quali non te ne importa un cazzo, che cerchi poi di tagliare il prima possibile, x poi sentirti dire…”…ke hai…sei nervoso…è successo qualcosa…”…Che devo avere…mi girano solo le palle…quelle palle che ora mancano al cane e dove, in quel poco che gli è rimasto, ha pure sviluppato un’ infezione, tanto x non farci mancare nulla…Il veterinario dice che non andavano dati i punti sugli ex testicoli, ma lasciati aperti xchè c’era ed è invece successo, il rischio che facessero siero…un’altra bella settimana di antibiotici, antinfiammatori, una buona disinfettazione sulla ferita, altri cento euro volati via ed il cane dovrebbe stare meglio…”…Insomma chiedo…a parte gli ex coglioni da curare…che hanno detto da padova?…”…”…Il tumore è…è….benigno…”….e vai affanculo…vai…

Dicembre 2009 – Elba

In effetti mi manca molto non poter nuotare…dopo tanto tempo trascorso a cercare di ripartire, ero riuscito a trovare negli ultimi mesi la costanza necessaria x aumentare il  numero delle vasche…Da quel Giugno del 2006, sono rimasto settimane, mesi, anni, a guardare il mare, dalla strada, dalla riva, dalla spiaggia….a guardare l’acqua, la gente nuotare…ed io immobile…a stringere i pugni sulla sabbia, sulle ghiaie…ma in fondo quando sei stato vicino a lasciarci la pelle, il pensiero principale va’ solo alla possibile ripresa…Pero’ volevo tornare a cavalcare l’acqua, a spezzarla con le bracciate, a sentirla scivolare sul viso, sentirla nel naso, in bocca…l’odore che ti rimane appiccicato sulla pelle, sotto le unghie delle mani, nelle narici…che sia di mare o di cloro non fa’ differenza…Ci sono voluti più di 3 anni…la prima volta fù in una piccola spiaggia nell’estate del 2007, sfruttando lo scirocco x evitare il rischio meduse, mancava di prenderne subito una, così era finita in partenza…nuotai una quindicina di minuti, senza mai forzare, era troppa la paura….La paura…che dopo la malattia diventa la tua compagna di viaggio, la compagna di tutti i giorni, che cerchi di mettere da parte ma che compare, inevitabilmente al primo sintomo…Affanculo….e comunque quella fù una stagione di intenso lavoro, anzi di un culo mostruoso…avevo il tempo x andare velocemente al mare ma non quello necessario x una bella nuotata…ripresi a fine stagione, diviso fra mare e piscina, ma la solita, vecchia infezione all’orecchio sinistro torno’ a fare capolino….merda….antibiotici e stop…furono le uniche cure….Non c’era verso di tornare a nuotare decentemente…ti senti finito…scordati il nuoto, una volte x tutte…mi dicevo….ma riprovai comunque l’estate successiva, da Aprile, Maggio fino a Settembre…il tempo pero’ era poco…fra vento e meduse, i risultati furono scarsi e poco incoraggianti…passavo più tempo in canoa, la quale mi divertiva, con la quale ero sempre a stretto contatto con l’acqua…ovviamente non potevo lamentarmi, sarebbe stato stupido…ma il nuoto era un’altra cosa…..

Maggio 2008 – Elba

Sono a casa, ho appena finito di lavarmi i denti, esco dal bagno e mi trovo davanti Federica…generalmente dormo con la porta aperta, senza il giro di chiave, xcio’ chi vuole entra…”…Oh te, che cazzo ci fai qui…”….”….Se vuoi, dice, vado via…ero a cena da una mia amica, qua’ vicino, poi ho detto…lo chiamo…no tanto non mi risponde…giro la macchina e vado a casa..ed eccomi qua’…ma se vuoi che vada…”…”…Mi sembri un po’ nervosa…rilassati…”….”…E’ il tuo sguardo…sai passare dalla faccia stupida, divertita a quella del peggior stronzo…non mi e’ mai capitato di non essere cacata, come stai facendo tu…piu’ mi sfuggi e piu’ mi piaci….ma stasera mi scopi?…”…”…Beh..se me lo chiedi cosi’….non e’ lo scopare o meno….agli inizi siamo stati bene, c’e’ stato un buon feeling a letto…ma poi, hai iniziato a cercarmi costantemente e in questo momento se devo vedere una qualsiasi ragazza, x diverse volte la settimana, ho bisogno di provare qualcosa e x te questo non e’ successo e mi sembra inutile che continui….ho avuto tante donne, con le quali ci vedevamo quando capitava, ma era solo sesso, niente di piu’….e quando uno dei due non era disponibile, nessun problema…con te e’ diverso…mi chiami, mi cerchi…”….”…Ti desidero, desidero le tue mani, il tuo tocco…cazzo ci sono uomini che pagherebbero x venire con me, mi invitano a cena, mi mandano fiori… e te mi hai qui…tutta x te….e che fai…sorridi con quella faccia da schiaffi…ma vivi sempre cosi’ nelle nuvole?…sei proprio strano….sempre cosi’ tranquillo, lontano da tutto e da tutti…”….”….Sono venuto apposta qui in alto, isolato e chi e’ qui deve saper rispettare la mia solitudine, il mio silenzio, se hai bisogno di altro, quella e’ la porta e…poi… non capisci, non e’ che manca l’attrazione verso di te, ma siccome tu cerchi qualcosa in piu’ alla semplice scopata…ecco io non sono in grado di dartelo…ed allora e’ meglio…essere chiari…..siccome non mi va’ di scherzare con i sentimenti altrui…preferisco perderla…questa scopata…”…”….Se hai un’altra…lo puoi dire..”…”…Non ho nessuno al momento..ho pero’ una bella amica che mi e’ stata molto vicina e non potro’ mai dimenticarla…x ora tutto qua’…ma mi ha colpito molto.”…”…Oddio deve essere un po’ strana, x fra colpo su’ di te ce ne vuole…”…”…Non credo di essere cosi’ difficile e voi donne a volte…indecifrabili..”….Faccio una canna, mentre lei fa’ la doccia…ma non ho nessuna voglia di stare con lei…”….Ti dispiace se dormo qua’…solitario…”…”…Come vuoi….ma ricorda che fra poco vado a nanna e niente scherzi…”…”…Va’ bene…mi basta dormirti vicino, sentire il tuo odore….sei il primo uomo che conosco, che dorme con me senza provarci…”..”…C’e’ sempre la prima volta, rispondo..”….Fumiamo e nel giro di pochi minuti ci addormentiamo…La mattina seguente mi lascia un biglietto…”…Sei uno stronzo, ma mi sei simpatico…e non verro’ mai piu’ a cercarti…”…..