Untitled

Amo chi osa….odio chi usa….

Elba

Ho sempre apprezzato le piccole cose, una passeggiata con il cane, un alba, un tramonto…correre, nuotare, la compagnia di un buon libro, non ho mai desiderato ciò che non potevo avere e non sono mai stato neppure invidioso…Eppure ho sempre incontrato molte persone che non pensano altro che ad accaparrare, che poi alla fine sono solo cazzi loro, però quando fai qualcosa di importante per qualcuno servirebbe solo un briciolo di riconoscenza, di soddisfazione, invece niente, tutto dovuto. Forse per questo vivo in mezzo ad un bosco, meglio la natura con la quale non si sbaglia mai, meglio essere circondato da animali che di persone false…Ho perso un posto magnifico creato interamente da me solo per l’avidità del padrone della terra, in sette anni neppure una parola carina….un posto che valeva venti e rivenduto a 500 ed invece di un semplice grazie anche preso a calci in culo…Credo molto nel destino ed ognuno avrà ciò che si merita, chi si è preso gioco di me un giorno la pagherà, su questo non ci piove. La vita è una ruota che gira ed il tempo farà giustizia…Non vado a letto tranquillo perchè mi girano i coglioni quando mi prendono per il culo, ma posso camminare a testa alta, perchè in fondo sono una persona onesta, leale e non mi sono mai preso gioco di nessuno, chi ha sbagliato pagherà…E come diceva Fitzgerald…La forza si dimostra non solo nella capacità di perseverare, ma anche nella capacità di ricominciare da capo…

Elba

E’ passato quasi un mese da quando mia mamma se ne è andata per sempre…è stato tutto così veloce, in meno di dieci giorni fra ricovero in ospedale e una timida ripresa dopo circa una settimana, si è addormentata e non si è più svegliata…Una mazzata, nonostante le tante discussioni che abbiamo avuto era rimasta l’unica persona che avevo, che mi faceva compagnia la sera quando rientravo, che mettevo a letto con calma e alla quale mi dedicavo con tanto amore…Mi ha fatto fare tanti sacrifici negli ultimi 4 anni, dopo che è venuta a vivere con me, tante corse per venire a cucinarle a pranzo e tante sere a casa per starle vicina…spero almeno si essere stato all’altezza, l’ultimo anno è stato particolarmente difficile con il lavoro e situazioni poco felici…Ora basta, mi sono concentrato su me stesso, devo portare avanti gli ultimi due anni di contratto, nonostante il nuovo padrone sia una vera e propria merda di uomo e cercare una nuova soluzione. Non sarà facile ma ci devo riuscire. Troppa gente in giro che sa indossare perfettamente delle belle maschere…non mi fido più di nessuno…ho dato troppo senza ricevere nulla in cambio…

Elba

Alla fine il padrone ha venduto, di nascosto con altri tre anni di contratto, ora due ma cambia poco. Tutto in mano ad avvocati ed aspettare novità giorno per giorno…tanti anni di battaglie per prendere poi un calcio nel culo…A parte i primi due anni dove solo io credevo in quel posto e mi sparavo 12 ore da solo dentro un ovetto fra vento, sole e calore, la svolta è arrivata nel 2020…riuscii ad avere una casetta di legno e la mattina quando aprivo mi sentivo un re, al coperto, con la possibilità di chiudere una finestra, accendevo la musica e già ero contento come un bimbo…Il lavoro iniziò ad ingranare e con esso i primi problemi…Avevo posizionato un piatto doccia con una panca ed un bideè con fiori dove avevo la vecchia pedana. Per chi arrivava era il primo punto da fotografare. Da li arrivò il primo esposto, per abbandono rifiuti ingombranti. Il seguente dopo una serata per aver fatto della musica dal vivo…Poi un altro dalla Forestale per aver pulito troppo, ma dove comunque avevo piantato diverse piante grasse…Dopo dichè iniziarono i vigili a venire e lamentarsi per le troppe sedie e qualche seduta ricavata da bancali…Avendo solo licenza ambulante non potevo avere postazioni, così la mattina toglievo tutto e ritiravo fuori la sera, un pò il contrario di ciò che fanno sulle spiaggie…Ricordo ancora le parole della vigilessa…Deve togliere tutto questo ambaradan…Dopo si sono impuntati sui drinks, non avendo licenza di miscelazione, venivano a controllare durante l’aperitivo cosa facessi…Comprai scatole di Spritz in bottiglietta e quando venivano vendevo quelle, nascondendo l’occorrente per mojiito ed altro…A metà settembre mi imposero di smontare la casetta…iniziai con calma dal tetto e tirai fino a fine mese con ombrelloni per coprire in caso di pioggia, ad ottobre ripresi l’ovetto…L’anno dopo acquistai la roulotte ma fu l’anno seguente del covid dove comunque essendo all’ aperto riuscivo comunque a lavoare…Esposti e denunce da parte di tutti gli altri bar con il Comanadante che tutti i giorni mi chiamava dicendomi che avevo tutti contro…Alla fine chiusi a fine Marzo per un mesetto dopo che mi avevavno imposto di vendere solo in strada…Tutto calmo per un pò fino alla scorso Agosto, altri 4 esposti, controlli, lavori inutili e sanzioni….Quando sembrava tutto passato è arrivata la notizia della vendita…un piacere…

To Simona

Lo scorso 12 sono passati 23 anni…incredibile…che ti dico?…poco….regna solo un clima di incertezza che non mi rende tranquillo ma con il quale purtroppo devo convivere…vedremo…E’ finito il tempo del perdono…troppe parole regalate in cambio di troppi silenzi….non sono fatto per elemosinare…e per perdere tempo con i falsi….

Untitled

La felicità deve essere vissuta, non pensata. La felictà non la trovi in assennza di problemi, la trovi nonostante i problemi.

Elba

Il sole era al tramonto quando se ne andarono. Mi avvicino alla finestra e li guardo allontanarsi. Li vedo percorrere a passo svelto il parcheggio che conduce alla loro macchina. Micheal e Richard entrambi Londinesi. E’ stato il primo che guardando attraverso la finestra della roulotte mi ha riconosciuto, per un instante ho sentito i suoi occhi fissi nei miei con un’intensità penetrante, cospiratoria. Poi si gira di scatto e sussurra qualcosa all’amico dietro di lui. But…mi dice…have you been working in London years ago?…ya rispondo…many many years ago…And where…I don’t wanna be rude mi dice…I did start in Marble Arch…and I was inside a big Mc Donald’s to be honest…Yes of course risponde…you were that one at chicken nuggets always beside another bloody Italian…Fucking hell…it was 1989 34 years ago…Ya…was me…Parliamo del più e del meno, tirando fuori qualche ricordo oramai sbiadito…Loro parlano in chiaro slang Londinese e qualcosa oggi, dopo tanto tempo, mi sfugge, ma riesco a comprendere il senso della frase o della risposta…Che sorpresa, già trovare Inglesi sull’isola è molto raro, ma loro due non avrei mai potuto immaginarlo..

Italo Calvino

Quei due, così come sono, sono reciprocamente necessari. Ecco, questo modo di essere, è l’amore.

Elba

Il momento migliore della giornata per mia mamma, è quando, dopo averle allacciato il pannolone, le cospargo la schiena di borotalco…gioisce come un bambino di pochi mesi, vorrebbe che quella sensazione non finisse mai….Sembri tornata in forma, le dico…sembravi alla frutta ed invece stai meglio di tutti….Di me sicuramente, che sono alle prese con qualcosa che da una settimana mi procura, raffreddore, febbre, mal di gola e tosse…anche un piccola calo di voce…di certo se andavo dal dottore mi aveva già riempito di antibiotici, ma sinceramente preferisco fermarmi alle aspirine ed oggi forse è stato il primo giorno senza un filo di vento che ci sta addosso da più di un mese….Non so se incolparlo ma di sicuro non ci ha aiutato… Appena mi rimetto mi butto subito in mare….

Untitled

Sensuale è la donna che riesce a mandare in tilt il cervello di un uomo, pur restando completamente vestita.