Elba

Arrivare a prendere le difese del lavapiatti non mi pesa, mi pesa però vederlo in difficoltà con i due orsi bruni di cucina che continuano a sfruttarlo….specialmente ora, periodo di Ramadam…con queste temperature arriva a fine giornata sfatto, la mancanza di liquidi si fa sentire e loro invece di andargli incontro, trovano da fare sempre qualcosa in più, specialmente l’aiuto, una persona sgradevole, falsa e leccaculo tanto x non farsi mancare niente…. stasera gli ha imposto di lavare senza essercene bisogno, il bidone della monnezza di cucina, già lavato e rilavato più volte, e oggi non era assolutamente sporco, mentre lui magari stava prendendo una boccata d’aria in terrazza, dandomi anche una mano, non richiesta e meno di dieci minuti, nel mettere giù posate e bicchieri…Una merdata dietro l’altra, giorno dopo giorno, lo trattano male, e lui deve solo subire, oltre a dover sopportare la loro cantilena del cazzo, xchè parlano sempre nella loro lingua madre e questo è pure a mio avviso, una bella mancanza di rispetto x chi ha problemi anche con l’Italiano….Hanno la smania del comandare, una maniera di lavorare stile militare, dovresti fare solo ciò che loro vogliono, senza dover commentare e soprattutto senza dare consigli……saper saltare due spaghetti da questi poteri….poi succede che dalle parole si passa a qualcosa di più e bisogna pure mordersi la lingua, xchè se li prendi a schiaffi ti danno pure del razzista….ogni anno è così….con gli stranieri ormai ti ritrovi con le spalle al muro….integrazione una bella sega….sono sempre loro i primi a non volerla….fratello fratello un cazzo…..falsi come Giuda….e x me se ne possono andare tranquillamente affanculo, in Sri lanka……

Elba

….”…..Mangiare con i Doors in sottofondo, non le sembra un pò….un pò insomma…..”……chiede un signore con una faccia tutt’altro che simpatica….”…..Un pò….pò…..cosa rispondo….xchè con Pupo digerisce meglio?….”….

Firenze

Mi muovo quasi saltellando….”…..Vai con un fritto…..due roast beef…..una patata….prepara un contorno e due porzioni di seppie….poche però xchè stanno finendo….la pasta guarda la pasta, che devo mandare due creme di piselli….”….”….La teglia…brucia….dio…..aspetta…no….dalla al lavapiatti…..”……Un casino….troppo poco lo spazio disponibile x il numero di clienti che facciamo a pranzo….E i camerieri incalzano….vai con il tavolo 11…..due insalate e due zuppe take away…..Minchia pure quelle….da preparare pure l’asporto….”…..Che cazzo fai mi urla lo chef….il roast beef…scaldalo poco altrimenti si secca troppo….vai con due porzioni di polpo…..dai…veloce….”…..Penso a Jessika, a blu, ai gatti….alla tanta roba che viene buttata…..l’anno scorso ho lottato ogni sera con quei delinquenti, ruffiani, bastardi, rottiinculo, pezzi di merda x portar via gli avanzi….discutere ogni giorno x portare via degli avanz di cibo x i gatti….qui a fine giornata sfamerei uno zoo…..e nessuno avrebbe niente da dire….la invece era un commento continuo….ma quando hai a che fare con degli stronzi, non ti devi meravigliare di nulla…..”…..Dai urla lo chef….vai con i secondi….i contorni…..prepara qualche altra patata….la scamorza…..la scamorza…..dai dai….veloce….la finestra sbatte violentemente, cade un vassoio, salvo il pomodoro al volo, mi brucio con la teglia…..sono quasi le due e mezza….quasi a fine servizio…..

Elba

In fondo, razzisti lo sono stati sin dal principio….Hanno sempre sdegnato l’Elba e gli Elbani, rimarcando il disprezzo x i commercianti dell’Isola, dei suoi prodotti, del vino in primis, criticando pure la poca scelta, il tempo e pure i turisti che l’affollano ed elogiando sempre e solo i prodotti della loro regione di provenienza…..Ma chi cazzo v’ha chiamato, potevate restare dove eravate, felici e contenti invece di venire qui a rompere solo i coglioni….Forse, ho detto loro, pensavate di trovare un’isola primitiva con qualche indigeno da sottomettere…..Comunque inutile perdere tempo con dei mongoloidi sopravvalutati, incopetenti, ipocriti, sfruttatori, falliti e ignoranti, gente che usa il potere solo xchè ha il soldo….e allora…succhiate….qualcuno chiamerà….

Elba

Per essere un buon dipendente, ci devi nascere dentro…..devi nascere con la divisa addosso e la devi saper portare….non devi avere troppe ambizioni, non devi sognare e non devi dover prendere iniziative…anzi, devi sempre e comunque acconsentire le bizze dei tuoi imprenditori….bravi o cattivi che siano, ti fanno capire che sono loro che sganciano e xtanto sono loro che decidono….e a me questa cosa sta sul cazzo…..xchè in molti casi ti trovi a che fare con persone che non capiscono un cazzo, che hanno solo il potere della posizione e quello dei soldi, dalla loro parte….che vorrebbero solo schiavetti ai loro piedi, meglio se ubbidienti e masochisti, specialmente ora in periodo di crisi, dove più che mai è cresciuto il divario, fra noi e loro……e poi, x non farti mancare nulla, ti trovi a che fare con i colleghi lecchini, quelli che abbassano la testa facilmente, sempre pronti ad arrufianarsi con chi conta e sempre pronti a farti le scarpe….persone di merda, che rimarranno sempre e comunque dipendenti, xchè chi sa leccare non può avere la testa x gestire….è un circolo vizioso, nel quale io oramai ci sguazzo da anni, ma dove mai e poi mai venderò la mia dignità….

Elba

Ed allora si cambia, non c’erano più le condizioni….mi sentivo sfruttato, anzi preso x il culo e come ho detto anche al Maitre con il quale ho sempre avuto un ottimo rapporto e con il quale avrei comunque continuato il rapporto di lavoro, mi aspettavo qualcosa di più specialmente dalla proprietà, dopo quello che ho dato e fatto lo scorso anno….Invece x loro e x quella testa di cazzo del consulente che non ho avuto il piacere e che comunque non ho voluto conoscere, xchè di merde non ho già incontrate abbastanza, ero solo il solito numero, un numero del personale, senza valore, il quale non merita neanche un grazie ma che ha ancora tanta voce da poterli mandare affanculo, senza rancore….

Elba

E poi questi cazzoni di consulenti, non hanno ancora capito che i dipendenti, se presi x il culo, si vendicano….e di brutto….Specialmente quelli più giovani, i ragazzini che non hanno nulla da perdere….a fine serata, le bottiglie di acqua che tornano dai tavoli, sono quasi tutte da recuperare, non x rivenderle, ma una volta travasate, l’acqua può tranquillamente essere usata x il personale ed invece neanche a dirlo, finiscono tutte nel lavandino, così come quelle del vino, che siano mezze, poco di più o di meno, stessa sorte, non recuperano niente….”…..Che cazzo me ne frega, ti dicono, x quello che ci danno….”….x non parlare poi delle tovaglie, dei tovaglioli, che siano usate od intatte, poco importa, vanno tutte e tutti nel sacco della lavanderia sporca….e poi il pane, altre bevande come altro cibo che talvolta rimane intatto sui vassoi, finisce tutto nella monnezza, tutto senza una precisa logica, se non quella della vendetta….I dipendenti con più esperienza invece, riescono più facilmente ad arginare lo spreco, a recuperare il possibile, ma nonostante questo, alla proprietà, al consulente, poco importa, il loro unico scopo, è tagliare, tagliare il personale e soprattutto tagliare loro gli stipendi, costi quel che costi e soprattutto i più costosi e noi ce l’abbiamo sempre di più nel culo….

Elba

Compri un cavo x ricaricare il cellulare in macchina e ti dice che non è compatibile….poi dopo 5 minuti riparte x fermarsi un paio di minuti dopo….provi con il pc stessa storia….va e non va….carica e non carica….ma come cazzo fa ad essere un minuto compatibile e un minuto dopo non lo è più….kiedi al negoziante spiegazioni, fucking 29 euro spesi x un cazzo e cosa vuoi che ti dica…quando prova lui riparte….vai via e si ferma….mavaffanculo…..le chiavette internet ora promettono fino a 21 mega….ma di che…sto cazzo 21 mega….è tanto se arrivi ad un paio di megabyte….ladri…merde….continuate a prendere x il culo la gente….Paese di ladri……poi trovi un amico che ti dice….”….Vai dal Cinese….con 5 euro te la cavi e funziona meglio….”….

To Giuliana

Dear sister, nonostante tutti questi casini non mi ero scordato del tuo compleanno, ma mi sono totalmente dimenticato di scriverti due righe….Tanto lassù non c’avete un cazzo da fare e poi via email arriva prima anche a voi….Oggi sarebbero stati 57 e forse, oltre a qualche ruga in più e qualche capello bianco, saresti stata anche nonna…chi lo sa…magari una delle tue figlie è davvero mamma, ma a me, a noi, non ci è dato di sapere….a noi rimane solo il dolore, dolore mischiato al mistero nel quale si è incanalata tutta questa faccenda…del cazzo l’aggiungo io che non riesco ancora a capacitarmene….

Elba

Arrivo alla cena dei cinquantenni con il Bob…mi viena a prendere verso le sette e mezzo ed appena salgo in macchina, tira fuori dal taschino una cannetta già pronta…”….Tieni accendi, mi dice con un sorriso a trentadue denti….stessi movimenti, stesso sguardo…non sembrano passati 30 anni….”…Accendo e tiro con forza, mi girano le palle a duemila, nel pomeriggio nel tentativo di stringere un tubo dell’acqua di uno dei due depositi sopra casa, l’ho fatto saltare e con lui oltre duemila litri, proprio ora che la sorgente, visto che non piove mai, è ai minimi termini…affanculo…”….Bob dico, ma che cazzo ci hai messo dentro, camomilla?…tutto fumo e niente arrosto…”….”….Ormai che vuoi sentire…sei vecchio….è solo x il gusto, x l’aroma, mica x sballarsi…con una canna di 30 anni fà, oggi ce ne faccio 4…così sai…la compagnia rimane, il gusto lo stesso…e risparmio…bisogna accontentarsi…”….Contento te…io manco fumo più…ogni tanto qualche sigaretta, la sera a casa, ma non sempre…Siamo i primi ad arrivare, non ci resta che aprire le danze e nel giro di una ventina di minuti mi tiro giù 5 prosecchi…non è male, almeno non torna su quando lo ingerisci…ce ne sono alcuni che tornano su come uno spicchio di aglio e ti fanno subito ruttare…merda pura, in bottiglia con le bollicine…Il Bob accende una sigaretta ed inizia a parlare di lavoro, intanto cominciano ad arrivare gli altri…tante facce conosciute ed enormemente cambiate, tante invece, perfette sconosciute, mai viste…”….Bob gli chiedo, ma dove cazzo erano questi quando andavamo a scuola?….che scuole hanno fatto, mica siamo a Milano quì…”….Che cazzo te ne frega, risponde, bevi e zitto, saranno infiltrati…ed infatti continuo a bere…Arrivano poi quelli che a vent’anni non ti cacavano mai e che oggi si presentano come vecchi amici, baci e abbracci…alcune donne sono cambiate radicalmente, in peggio…altre cercano di coprire con il trucco e pantaloni che tolgono il fiato, a loro, quello che l’età ha messo inesorabilmente in conto…ci sono anche quelle che non ti salutavano prima e non lo fanno neppure ora, che ti guardavano male prima e che senza nessuna sorpresa, continuano a farlo…contente loro…La cena inizia dopo un lungo e decisamente alcolico aperitivo…Un paio di antipasti, due primi che divoriamo insieme ad un fresco e leggero bianco…Di fronte a noi Carla, ex compagna di classe…il Bob un pò alticcio, mentre tira fuori delle pillole x il diabete, la guarda e poi dice ad alta voce…Te la ricordi Carla…come era bella da giovane…Ma vaffanculo risponde lei…ma ti sei visto…ci vogliono un paio di bicchieri di bianco x  spiegarsi alla meglio…servono il dolce con accanto una candelina, che dovremmo accendere tutti insieme, ma molti di noi, mangiando subito il dolce, rimangono come stupidi con la candela in mano, spenta, e l’effetto light svanisce senza neppure iniziare…caffè, foto di rito…30 anni fà usavi la polaroid e beato chi ce l’aveva, altrimenti era un usa e getta magari senza flash e non usciva mai un cazzo o tutto semplicemente molto mosso…oggi oltre ai cellulari, Ipad e stronzate varie…poi però non si riesce più ad avere una stampa, solo scambi di pennine, carichi e scarichi sul pc, ma di una foto ricordo, neanche l’ombra….subito dopo via nella stanza dove avevamo fatto l’aperitivo, a ballare, tutta roba rigorosamente ’80, anche se il dj non ci capisce un granchè…gli suggerisco qualcosa ma essendo troppo gelosi del loro lavoro, non metteranno mai quello che hai cercato di proporli…Arriva anche Jessika, infiltrata, tanto ormai siamo tutti abbastanza alticci, e dopo un paio di grappe che bruciano un pò lo stomaco, spengo il tutto con diversi gin tonic e ballo, ballo, balliamo, Jessika sembra apprezzare, sempre con il bicchiere in mano, uno lo spacco tanto x cambiare…anzi, non c’è niente da cambiare, xchè in molti mi hanno conosciuto così, quando uscivamo la sera, con molti non ci siamo più rivisiti, con gli altri e da gli altri, non sono arrivati negli anni giudizi particolarmente positivi sul mio, anzi sul nostro, ci metto anche il Bob, conto…allora x una sera torniamo indietro di 30 anni, in tutto e x tutto…come lasciare la macchina in un qualunque parcheggio, xchè non ci si regge in piedi…