Elba

Blu ha finito il ciclo di antibiotici e sembra stare meglio….xlomeno non zoppica, anche se ora dovrebbe seguire una dura e stretta dieta….quando l’animale sta male ci facciamo commuovere, succede spesso anche quando è in salute, ma quando lo vediamo soffrire è tutta un’altra cosa, e un pezzettino di pane di qua, uno di là, un biscottino, qualcosa di avanzo dei notri piatti ed il cane lievita come la pallina della quale poi ci sarà fatta una semplice pizza….Aggiungiamo poi che in questo periodo non sta facendo un gran movimento e farla scendere di peso sarà un’impresa….così come sarà un’impresa, andare di comune accordo con la cucina….in comune non abbiamo niente, neanche la voglia….la loro è legata principalmente all’orario di lavori e alla busta paga….niente di più….potrebbero cucinare anche in una mensa di fabbrica non farebbe differenza….hanno la fantasia di un proprietario di un auto lavaggio….quando piove…Ormai ho preso le distanze e lascio trattare jessika con lo chef e gli ex cammellieri….mi limito al servizio di sala, delle comande e soprattutto alla vendita dei vini e la scelta della musica della quale fanno sempre complimenti….almeno in quella, trovo ciò da cui nutrire il mio corpo…..

Elba

Passiamo l’ultimo giorno dell’anno in piazza, con e fra amci…fa freddo….in un bar c’è il Bob che canta, beviamo e cantiamo fino alla mezzanotte….le solite canzoni, niente di speciale, un Karaoke senza testi con parole inventate, specialmente quelle in Inglese dove il ritmo ha sempre la meglio anche sulla più fantasiosa traduzione….fuori trovo Marcello, amico e parrucchiere di fiducia, facciamo un brindisi e ci salutiamo dove qualche cazzata sparata riguardo al freddo, pungente e fastidioso e al fatto che lui sia nativo di Piombino, cosa che sovente ama rimarcare e far notare la differenza tra lui….del continente e noi dell’isola…..ridiamo e ci scambiamo gli auguri…..lo ritroverò più tardi in altro bar mentre festeggia con il Bob e consorte….facciamo qualche altro giro in piazza dove suonano una buona musica ma dove il vento forte e freddo lo fa da padrone….andiamo a letto neanche troppo tardi….Stamani chiama il Bob, poco dopo l’una….Marcello se ne è andato nel sonno….”….Non ci credo rispondo…ti hanno fatto uno scherzo….”…..Telefono ad Andrea che invece non sa nulla….”…..E’ uno scherzo…eravamo insieme fino a poche ore fa….impossibile….risponde….faccio un giro di telefonate e ti richiamo….”…..Ci sentiamo pochi minuti dopo….”…..E’ tutto vero…..affanculo….”….

Elba

….Ma tu…ce l’hai Sky….?…….è diventata la battuta giornaliera…dal lavapiatti Senegalese, all’altro del Marocco, Mohamed…da Pasquale a Paolo e poi Vincenzo, Francesco…tutti quanti mi stanno seguendo in questa enorme cazzata…fuori intanto la solita bolgia mattutina…Tutti vogliono essere serviti x primi, tutti reclamano la loro parte di breakfast da deglutire….caffè, cappuccino, the…fra un danke, thank you, merci, pour favor, good morning, konniciwa, cafe au lait…li mortacci vostri…non ci capisco più un cazzo…non puoi fermarti un attimo che sei sistematicamente assaltato…nel giro di poco più di mezz’ora, abbiamo servito oltre cento colazioni….appena tre giorni di lavoro e ho già le gambe a pezzi…ma tu ce l’hai…sky………?……….

Elba

Più di duecento clienti al giorno x 3 giorni…non male come inizio…alla faccia dei numeri…ho già i piedi spaccati..le scarpe nuove hanno fatto il suo dovere, spellandomi suul pollice del destro e il mignolo del sinistro….oramai in questo campo conta solo la quantità a discapito della qualità…ed anche qui siamo in 4 stelle…Mauro, un senegalese che fa il lavapiatti mi guarda e sorride a qualche mia stupida battuta…ha una faccia tonda e simpatica….è nero come il carbone ed ha una lingua rosa che sembra un cioccolatino fondente ripieno alla fragola…accanto a me Francesco, un ragazzo di 23 anni con il quale dividiamo le centinaie di posate da passare con l’aceto dopo il servizio…Ho più del doppio della sua età….c’è ben poco da parlare, anche xchè il Maitre sembra gradire solo persone molto veloci…”…E allora….Francesco…gli dico x una ventina di volte…ma tu..ce l’hai….Skyyyyyyyyyyyy?…….”………

Epicuro

Non dobbiamo sciupare ciò che abbiamo col desiderio di ciò che non abbiamo, ma dobbiamo considerare che anche ciò che abbiamo faceva parte dei desideri.