Chianti

Le donne posseggono davvero delle menti diaboliche. Nonostante siano mesi che non faccio altro che lavorare, in un posto dove ci sono a malapena una ventina di case, non c’è praticamente niente e l’unico svago è solo qualche sporadico pomeriggio in piscina a nuotare od affacciarsi alla finestra ad ascolatre il belare di quache pecora, il raglio di un asino e il simpatico muuuu di un vitello…ebbene, quasi tutte le volte che jessika mi viene a trovare, le serate finiscono sempre con lunghe e noiose discussioni, riguardo solo il mio passato…arrivando persino a chiedermi come faccia a stare con una come lei dopo aver condotto una vita completamente all’opposto della sua…come se non si potesse scrollarsi di dosso vizi e sbagli commessi…il tuo passato è come un timbro incancellabile…ma il bello arriva quando poi, parlando inevitabilmente di ciò che è stato, ovviamente escono fuori, nomi e storie con donne che hanno avuto un ruolo più o meno importante nella mia vita…non per questo voglio fare paragoni come invece lei con malignità pensa…chi cazzo se ne frega di fare paragoni, dico…è solo x parlare…per dire cosa è stato, cosa srebbe e cosa invece oggi è la mia vita…non ci vedo niente di anormale e di offensivo…invece è la fine…viene fuori solo la sua parte cattiva e disconnessa…tu non ami come ti amo io…classico…solo le donne sanno pesare e riconoscere l’amore…sei non sei sicuro di me perchè non ho niente di interessante, dimmelo subito, non mi fare soffrire…no comment…ogni donna ha qualcosa di interessante nel proprio carattere…chi più chi meno…se una non vale un cazzo lo si capisce subito…poi arriva l’argomento insicurezza…ovviamente io sono insicuro perchè non mi faccio tanti problemi…lei invece da quanto è sicura ci sguazza nei problemi, di fantasia…perchè solo con la fantasia si può arrivare a tanto…continuo a non capire l’universo femminile…ogni donna si reputa migliore delle altre…io…io…io….e poi cadono sempre nei discorsi più banali…hanno la mente sempre in subbuglio, circoscritta da pensieri cattivi, negativi, vedono sempre nero…le tue amiche o te le sei scopate o te le vuoi scopare…i suoi amici invece sono intoccabili…i tuoi amici maschili, non valgono un cazzo…le sue amiche, fonti inesauribili di cazzate, sono persone perbene…quando cambiavo donne molto velocemente, mi chiedevo se fossi solo io che non riuscivo a capire, che forse ero fin troppo egoista, che pensavo solo a spassarmela…ora che il mio comportamento non ha, o meglio non avrebbe un granchè da dire…e non ci capisco un cazzo lo stesso….rimani sempre spiazzato…ci sono proprio delle cose alla quali tu non pensi neanche ed invece loro ci coltivano le loro discussioni…quando pensi di aver fatto bene una cosa, x loro c’è sempre un doppio senso…se parli troppo rischi di essere frainteso, se parli poco non hai interesse nel rapporto…ma che minchia bisogna fare?…

Joe R. Lansdale

….”…Nessun uomo ha mai arrecato deliberatamente un danno a un altro senza infliggerne uno ancora piu’ grande a se stesso…”…

                                                                      

Proverbio Cinese

L’uomo che non sa essere utile alla società e veste i panni del cinico ha sempre paura di incontrare il vero eroe.

Carlos Castaneda

La vera battaglia dell’uomo non è quella che combatte con i suoi simili, ma con l’infinito, e non si può neppure parlare di una battaglia; si tratta sostanzialmente di un’accettazione. Dobbiamo accettare volantariamente l’infinito.

Leopardi

Parte della radicale negazione della trascendenza, del destino, della provvidenza. dell’oltremondo…le illusioni, che secondo Leopardi, insieme a molte altre, servono solo a tollerare il terribile fardello della vita…Illusioni che rendono piacevole la giovinezza e ne alimentano il ricordo. Ricordi d’amore, di speranze, di ideali…Il passo successivo non è che lo sviluppo coerente: la vita è priva di senso, il suo svolgimento è rimesso al caso, le sofferenze dell’anima crescono in proporzione all’indebolimento e poi alla scomparsa delle illusioni…Scomparsa mai definitiva però, xchè una vita insensata non è sopportabile, sicchè gli uomini cedono facilmente al rinnovarsi delle illusioni x poi doverne constatare ancora una volta l’inanità e la falsità.

Chuang Tzu

Il saggio guarda all’inevitabile e decide che non è inevitabile…L’uomo comune guarda a ciò che non è inevitabile e decide che è inevitabile.