Elba

…..”…..I manici….quello con i manici….urla lo chef….il tegame….quello con i manici….capisci….si o no?….prendilo….”……..Il lavapiatti, marocchino, in chiara difficoltà ricettiva guarda in alto ma non sa cosa fare….”….Passami quello con i manici, continua lo chef….porca di quella troia, maiala ladra, impestata di quella miseria cane….non capisci un cazzo è da marzo che sei qui e ancora non hai capito la differenza fra i manici e il manico….ora ti faccio vedere x la centesima volta…..se dico tegame con i manici, è sempre quello con due manici, se invece ti chiedo l’altro, allora  il manico è solo uno….non hai capito un cazzo lo so, inutile che fai si con la testa….ma ormai tanto siamo alla fine, conta poco….”….Rimango a guardare, ho un flashback dell’estate appena passata, quando lo chef mandava hamadi in magazzino a prendere la pasta….non azzeccava mai il cartone giusto…talvolta se ero là lo aiutavo, ma quando andava da solo lo vedevi arrivare quasi impaurito, seguito subito dopo dalle urla delllo chef…..”….I tagliolini ti ho chiesto….non gli spaghetti….i taglioliniiiiiiiiii…..ieri mi hai portato i bucatini, le taglliatelle…..ma leggi su questi cazzo di cartoni prima di prendere a caso….”…..Anche lui sempre di si con la testa e il giorno seguente tutto come prima….Sul prato è da poco iniziato un matrimonio, sembra più una festa dove tutti bevono, fumano, ballano senza dare troppa importanza al cibo….all’interno invece un gruppo di tedeschi della terza età, chiamato i rast….che con i rasta non ci prendono proprio x nulla, si accontentano di tante belle minestre, del vino e della birra, quelli che possono e una veloce passeggiata nel parco con l’inseparabile bastone prima della nanna….

Firenze

La normalità non risiede qui….La padrona arriva con la spesa, sempre accompagnata dalla mamma che non spiccica mai parola, dopo le 4 del pomeriggio, quando tu sei già in coma profondo….Quando devi stilare il menù del giorno dopo, esigono x il pranzo, dati i bassi prezzi dei piatti, che tu usi roba di poco valore…ma tirare giù 4 primi, di cui due di pesce e 4 secondi con altrettante due pietanze di pesce, senza usare materie prime che diano gusto….che minchia ci metto nei piatti….Più soldi hanno e più ne vogliono….invece di ringraziarti x il culo che ti fai e magari sganciare qualcosa in aggiunta alla miseria che ci spetta, ti chiedono di risparmiare, di pulire, di stare attento a questo…a quello….m’hanno già rotto i coglioni…..”…..Shi shai….shi…come cazzo dice l’Albanese…..”….che se ne vadano tranquillamente a prenderlo nel culo…..

Elba

Il Bob dopo tante disavventure, è riuscito ad aprire la tanto desiderata e sognata, agenzia di servizi…non con me…ma con Tiziana, la sua compagna da circa 5 anni…Se ci sono rimasto male…?…beh…mi faccio domande e risposte allo stesso tempo…un pò si…ne abbiamo parlato insieme parecchie volte e poi…ovviamente lei offre più garanzie…e forse…più soldi…anche jessika non si è mai pronunciata, quando le ho proposto di aprire una sartogalleria…una galleria d’arte, alla povera, assemblandoci una sartoria, riparazioni, cuciture, dato che lei è diplomata in questo…ma dove vado con la miseria che mi ritrovo…Il Bob mi ha chiesto di fare il collaboratore, tanti discorsi ma si parla sempre di percentulai, vendite…e sti cazzi…ho bisogno di cash…subito…pochi, maledetti ma senza lunghe attese…Ho rimandato, x ora…preferisco prima terminare nel Chianti, poi vedremo…mi girano ancora…ho sognato una situazione migliore, come sempre….e come sempre la realtà è tutta un’altra cosa…

Dicembre 2007

Un’altra festa, un’altra cena in hotel..piu’ di 160 persone da servire…”…Glu’…mi dice Romina, arrivata da poco…devi lavare tutti i bicchieri x l’acqua…”….Porca vacca…neanche il tempo di iniziare, che mi ritrovo spalle alla lavastoviglie carica di bicchieri da asciugare…Passa Pino con in mano una bottiglia di lemoncino alla crema di latte…”…Bevi quaglio’…mi dice…e’ come il latte, se mia madre mi dava questo nell’allattamento… e chi si staccava dal seno….”….Tiro giu’ 3/ 4 bicchieri di questo liquido bianco, denso e cremoso…Niente male….Passa Francesco e mi fa’ fare anche un paio di tiri di canna…Siamo a posto…sono gia’ calato nella festa…asciugo i bicchieri, finisco con i tavoli e preparo il buffet degli aperitivi…meglio passare al prosecco, quella roba dolce e cremosa, mi fa’ venire il mal di stomaco…come canta Fabri Fibra…Arrivano tutti…non manca nessuno…tutti i migliori albergatori dell’isola…o meglio, come dice Max, i piu’ mafiosi…quelli che contano…che dirigono e decidono l’economia Elbana….infatti x questo siamo nella merda….Tante facce conosciute che sprigionano falsi sorrisi, falsi modi di cortesia, di rispetto, generalmente x chi conta di piu’…xche’ alla fine puo’ sempre servire…e allora, qui, bisogna esserci…farsi vedere, notare…Io conto poco, xche’ sono sempre stato dall’altra parte, ma non ne faccio un problema…anzi…Rido e scherzo con tutti….trovo anche vecchi amici x scambiare qualche veloce battuta….ma che miseria di vita….la loro….