Elba

Un altro avvocato mi propone delle analisi pulite come quelle di un bambino, alla modica cifra di 1000 euro….”….Riavrai subito la tua patente dice sorridendo….”…..Un altro invece, con soli 2mila euro mi propone di corrompere il giudice x la sentenza…..”…..E’ pur sempre un reato che va sul penale….se possiamo ridurlo, sarebbe meglio…dice anche lui sorridendo….”….”…..Vi ringrazio rispondo x il vostro aiuto e soprattutto x il vostro sorriso, ma sono un fatalista….doveva succedere ed è successo e non ho voglia ne di corrompere qualcuno, ne tantomeno di presentarmi con analisi false….pagherò quello che c’è da pagare e già mi girano i coglioni xchè comunque saranno circa 2000 euro, ma soldi in più non li tiro fuori…a piedi e vaffanculo….

Chiara

Ieri sera ho ritrovato una delle due nipoti, la Chiara….anzi è stata lei a trovare me….ha prarticamente risposto al mio appello lanciato qualche mese fa, chidendomi se stava scrivendo alla persona giusta e dicendo di essere figlia di giuliana e leone…..Che poi leone non è che il cognome, xchè in realtà il nome è Matteo….Ho sempre invece pensato, che si chiamasse leone, lo sono venuto a sapere dopo 31 anni e forse dopo 31 anni potrò riabbracciare mia nipote….Qualche settimana fa, mi avevano dato pure un cognome totalmente diverso, associato al nome di Chiarae facendo ricerche su facebook ho trovato una ragazza che vagamente assomigliava a Giuliana, ma vivendo in Veneto, avendo la stessa età e soprattutto, il fatto di non averla mai vista in vita mia, mi aveva spinto a chiederle amicizia senza ovviamente ottenere nessuna risposta, ma continuavo a chiedermi se era lei oppure no e xchè, nonostante tutto non rispondesse….anche un vaffanculo, non ti voglio conoscere, avrebbe lasciato comunque il mio dannato e inquieto animo in pace…..ieri sera, invece, sul tardi il messaggio della vera Chiara….Ci eravamo appena distesi sul letto, con Jessika, dopo una giornata al mare con Blue…..Controllo la posta e….la gradita sorpresa era appena arrivata…..Sono rimasto di sasso, mi aspettavo tutto ma non che succedesse tutto così in fretta….sono riuscito a scrivere…si sonoio  la persona a cui scrivi….un’emozione tremenda….parlare con tua nipote dopo 31 anni, senza aver mai saputo niente di lei in precedenza, solo la sua data di nascita, scritta su una piccola agenda di mia mamma custodita insieme a tante altre date di figli, nipoti, fratelli…..niente di più….una foto, un segnale, una via….e soprattutto senza che nessuno, parenti, avvocati, assistenti sociali, tutti quanti sono stati nel bel mezzo dei casini creati da mia sorella,  rispondessero alle mie continua domande, se non con  la solita risposta di protezione….Non ti preoccupare, sta bene, non andare a ficcare il naso, non andare a scavare nel passato, nel suo passato, potresti solo farle del male….A me invece, sembrava felice e tranquilla….a meno che non cambia idea oggi….

Fernando Pessoa

Dicono che il tedio sia la malattia degli oziosi, o che contagi soltanto coloro che non hanno nulla da fare. Invece è un malessere dell’anima più subdolo: prende chi ha già una predisposizione ad esso e, più che gli oziosi veri, attacca chi lavora, o chi fa finta di lavorare (che nella fattispecie è la stessa cosa).
Non c’è niente di peggio del contrasto fra il naturale incanto della vita interiore, con le sue Indie incontaminate e i suoi paesi sconosciuti, e la sordidezza, anche quando sordida non è, della quotidianità della vita. Il tedio diventa più pesante senza la scusa dell’ozio. Il peggiore di tutti è il tedio di coloro che si sottopongono a un’intensa occupazione.
Perché il tedio non è la malattia della noia di non aver nulla da fare, ma una malattia più grave: sentire che non vale la pena di fare niente. E, quando è così, quanto più c’è da fare, tanto più tedio bisogna sentire.
Quante volte sollevo la testa vuota del mondo intero dal registro su cui sto scrivendo! Sarebbe meglio rimanermene inattivo, senza far nulla e senza aver nulla da fare, almeno potrei gustarmi quel tedio, per quanto reale. Nel mio tedio presente non c’è pace né nobiltà, né il benessere del malessere: c’è soltanto un enorme annichilimento di tutti i gesti compiuti, e non la spossatezza virtuale dei gesti che non compirò.

Medjugorje – Bosnia Herzegovina

Tutta la regione è abitata da Croati che accolsero il Cristianesimo 13 secoli fa’. Nei documenti storici, il villaggio è citato x la prima volta nel 1599. La parrocchia attuale è stata fondata nel 1892 e dedicata a San Giacomo apostolo, Santo protettore dei pellegrini…Fino al 24 giugno 1981 a Medjugorje si viveva come negli altri villaggi di questa regione…la gente lavorava la terra, piantava il tabacco e la vite, produceva vino e verdure x provvedere alle modeste necessita’ delle loro famiglie..A causa delle difficili condizioni sociali erano numerose le persone che lasciavano il Paese x stabilirsi altrove, soprattutto nell’Europa Occidentale o nella vicina Croazia..Fin dall’inizio delle apparizioni cominciarono le persecuzioni contro i veggenti, i loro genitori e le loro famiglie, contro i parrocchiani ed i sacerdoti ed anche contro i pellegrini. I veggenti dovettero sostenere alcuni interrogatori da parte della polizia e diversi esami psichiatrici che confermarono sempre il loro buono stato di salute…Anche gli esami sostenuti nel corso degli anni successivi hanno confermato cio’ che era stato detto in precedenza…Il Padre Jozo Zovko, allora parroco, venne arrestato cinquanta giorni dopo le prime apparizioni ed un tribunale dell’allora governo Comunista, lo condanno’, anche se era ovviamente innocente, a tre anni e mezzo di prigione…Grazie alle apparizioni della Regina della Pace, Medjugorje, una parrocchia rurale ordinaria, è divenuta negli anni luogo di incontro di tantissimi pellegrini, si parla di circa 20 milioni, e uno dei più grandi centri di preghiera nel mondo, paragonabile a Lourdes, Fatima, Guadalupe…Mirijana arriva poco prima delle 9, almeno così dicono, xche’ io e Dimitri non riusciamo a vedere niente…Inizia a pregare e dopo una quindicina di minuti trasmette il messaggio ricevuto…”…Pace, pace e di pregare x il suo figlio, nostro Signore Gesù Cristo…Di osservare il digiuno, pregare ed avere fede…la pace, conclude, deve regnare tra Dio e gli uomini e tra gli uomini…”….