Elba

Inizio con l’aspirapolvere x passare all’amata lucidatrice…così x tutti i pomeriggi…una veloce mais en plaice dei tavoli che mancano x la cena…cambiare i menù vecchi con quelli nuovi nella carta del ristorante…e talvolta la macedonia o le fragole…poi a preparare il bar x l’aperitivo…alle 19,30 a cena, una mezz’oretta, se va’ bene,  e di nuovo al bar ed in sala a dare una mano x il servizio…finito di servire, di corsa al ricevimento…inserire gli addebiti del bar e del ristorante sul conto delle camere, con relative chiusure e stampe…scrivere il menù del giorno dopo in orizzontale e verticale, stamparlo, qualche altra archiviazione e nell’attesa del ritorno dell’ultima camera, una mano a Gcarlo, il barman, a chiudere il bar…tornati tutti, spengere le luci e chiudere l’hotel…non ho un minuto di break…da quando entro a quando esco è tutto un rincorrere…sono gia’ stanco…e la stagione è appena agli inzi…qualsiasi reparto, prima e dopo il servizio ha il suo momento di tranquillita’…il ricevimento dopo gli arrivi e le partenze…il bar, prima e dopo gli aperitivi…la sala, prima e dopo il servizio…così come la cucina…questa mia polivalenza si è trasformata semplicemente…in condanna…ed è difficile pure fare riposo…proprio x il fatto che servi un po’ a tutti…lo prendi sempre nel culo…così gli altri, hanno il loro riposo settimanle…ed io…dal primo di Maggio ad oggi ho fatto due giorni di festa…quando cerchi lavoro, i datori continuano a chiedere curriculum sempre più lunghi…quali esperienze hai, le lingue parlate…sarebbe  meglio chiedere la tua resistenza psichica e fisica…quante scarpe hai…e soprattutto che siano comode e che non ti facciano male ai piedi…

Elbaultima modifica: 2010-06-10T12:49:00+02:00da apoloo1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento