Epicuro

Non dobbiamo sciupare ciò che abbiamo col desiderio di ciò che non abbiamo, ma dobbiamo considerare che anche ciò che abbiamo faceva parte dei desideri.

Elba

Ci sono giorni nei quali Massimo  ti fa passare la voglia di ascoltarlo da quanto è polemico, se beve poi ce l’ha con tutti, lui compreso….ma quando è in giornata ti fa morir dal ridere…anche se sono sempre le solite battute di 30 anni fà…nelle ultime settimane non becca una donna neanche a pagarla…”…Mi sto’ spaccando dalle seghe dice…3 il giorno non ce la faccio più…”….”…Ammazza…o che filmino ti guardi?…”….”….Filmino?….m’arrapo anche se guardo un film western…basta che dicono…amore…bacio…e via…sono già eccitato e parte la prima…se poi lui allunga le mani e la spoglia…è finita…se non trombo impazzisco…non ne becco una libera di testa…tutte con i soliti problemi…la casa, i figlioli, il lavoro, i soldi….ma facciamoci una bella scopata prima e poi ci pensiamo…”…Meno male che almeno questo x me, non è stato mai un problema e senza troppa falsa modestia, i problemi sono stati, ma di abbondanza…anche se poi, quella che ti interessa davvero non la becchi mai e se la becchi non è mai come pensavi fosse, in pratica dopo poche settimane ti è già venuta sulle palle…Jessica mi manda un sms…”…1 air crew 2 back hunting 3 hiresh 4 indomito 5 le vie infinite 6 noble alfa 7 red kim…”…”…Jessica rispondo…ma che cazzo stai a scrive…”….”…Non capisci un cazzo dice…prima finisci di leggere il messaggio…sono nomi di cavalli, ne devi scegliere 3, poi ci penso io a scommetere…”…E’ la prima volta che conosco una donna che scommette sulle corse dei cavalli…la parte british presa dalla madre inglese, si fà sentire…lo si nota anche nell’abbigliamento ed in molti modi di fare non consoni alle donne italiane…Lucia invece, si avvicina e si allontana come un elastico…dipende da come le gira…passa dalla totale tranquillità a situazioni di disagio come se andasse a fare le analisi del sangue, la sento impaurita, tesa…se solo ti metto in soggezione x telefono…allora….e non ho proprio voglia di perderci tempo in inutili e noiose spiegazioni…spiegare poi cosa non lo so…non ci vediamo neanche…le donne sono un mistero irrisolto, hanno menti diaboliche…non fidarsi di una donna neanche da morta, diceva mio nonno…riescono sempre a pensare oltre il presente, ti fanno domande alle quali non sei pronto a rispondere, xchè tu non arriveresti mai a pensare a tanto…affanculo…

Elba

Da quando Dimitri se ne è andato, al bar sembra sia scesa un’inevitabile tristezza….non si riesce a ripartire con la stessa gioia di prima, xfino Paolo, assiduo frequentatore, alterna serate da gran bevitore ad altre da buon samaritano….Lo trovo seduto fuori, sotto un ombrellone al riparo dai raggi del sole…”….L’ho quasi mandata affanculo, mi dice…”…Subito non realizzo, poi mi viene in mente la sua storia quasi virtuale, fatta solo di sguardi ed sms…”…Finalmente…sembrava ti stesse rovinando il cervello…”….”….Ok..ok…non è che me la sono levata di testa…soltanto sono uscito con un’altra…e….mi sono fatto vedere con lei…e lo vuoi sapere?…si è pure incazzata…mi chiama dicendo….lo sapevo, vuoi uomini siete tutti stronzi…tutti uguali…capisci?…cioè….mi ha fatto ammattire x mesi, messaggi, frasi implicanti, sogni, speranze…e poi la sera, tornava a casa e scopava con il suo uomo…ed io là, ad aspettare che qualcosa cambiasse….ogni volta che mi proponevo, sempre la solita risposta….sei un bravo uomo, gentile, mi piaci, ma…sono ancora innamorata di lui…ho buttato giù tanta di quella merda…non mangiavo, quando riuscivo a dormire la sognavo sempre….era entrata nella mi testa senza volerlo, ma non riuscivo a farne a meno, anche xchè lei, insomma…continuava a scrivermi…e quando alla fine di ogni sms, ci trovi scritto…un bacio…a domani…ti penso….via riparti a sognare….lo sai il cuore non si comanda, con la testa riesci ad essere più razionale, ma con il cuore…”….”…Ho capito Paolo…ma non puoi continuare a sognare la donna di un altro, senza esserci neanche andato…almeno un bacio, un tocco….che minchia di storia è questa…?…”….”….Hai ragione dice…ma ci potevo fare…lei poi ti dice che si comporta così xchè è nel suo carattere….insomma non ci capisco più un cazzo…comunque…”….”….Bè…ora hai una donna nuova, almeno questa…”….”….Si..si…ma non me ne frega un cazzo di questa….mi serve solo x dimenticare…ammesso che ci riesca…ogni volta pero’ che rivedo lei…è tutta un’altra cosa…non mi so’ spiegare, ma mi piace…ancora…piano piano passerà…con le donne non ci capisco piu un cazzo…sono davvero strane…figurati ora sono io a passare x stronzo….”….”….Dai Paolo, facciamoci una birretta…come dicono in India…se nel tuo karma c’è lei, allora prima o poi finirete insieme tutta la vita….se non c’è, puoi fare di tutto ma non l’avrai mai…”…”…Che cazzo dici…il karma…ogni volta che trovo qualcuna che mi interessa non la becco mai…quando faccio lo stronzo va sempre tutto bene…quando mi apro, mi espongo, quando vorrei dichiararmi…lo prendo sempre nel culo…ma che cazzo di karma c’ho io?….”….

Luglio 2009 – Elba

La fotocopiatrice finisce di copiare, nell’aria rimane l’odore dell’inchiostro, della carta…tutto come 35 anni fa’…”…Babbo dicevo…ho finito la carta…”…lui correva, mi riempiva la macchina e ripartivo…talvolta solo x gioco…mi fotocopiavo le mani, un dito, una parte del viso, il naso…c’era gia’ qualcosa in me che aveva a che fare con la foto…”…Impara diceva il babbo…un giorno, quando saro’ vecchio, sarai tu a lavorare qui…Rispondevo di sì…non avevo un grande entusiasmo x il lavoro d’ufficio, ma pensavo che con l’eta’ le cose sarebbero cambiate…un posto sicuro, ben retribuito, pulito e senza padroni che ti scassano le palle…Invece…la mia giovinezza era piena di vento, di sogni vani, forse di presunzione…alla fine…ti ho tradito, ferito, deluso…avevi riposto tutto su’ di me…ed invece ho finito x scegliere le strade piu’ difficili, piu’ umili…ti parlavo di foto, di pittura e tu mi dicevi…”…L’arte e’ la ricchezza della poverta’…chi crea non ha nulla ma possiede tutto…pero’ ricorda, gli artisti o molti di loro conducono una vita difficile, senza soldi…e’ quasi una missione la loro…d’altra parte pero’ li puoi togliere tutto, la casa, una famiglia, i figli, i soldi…ma se lasci loro un pennello, un foglio di carta, dei colori, sono felici lo stesso…lo sono anch’io quando suono il flauto…ma purtoppo la sera dopo il lavoro sono sempre troppo stanco x farlo…”…”…Ma se ti rende felice…chiedevo…”…”…Ma i soldi non bastano mai, lavoro solo io in famiglia e siamo in cinque…un giorno poi…quando andro’ in pensione…”…Quel giorno non e’ mai arrivato, ma non mai dimenticato le sue parole…e l’arte, al momento mi ha portato via molto tempo, tanti sacrifici, soldi, senza x altro un grande riscontro economico, ma ho avuto molte soddisfazioni, riconoscimenti….sono arrivato dove, forse, neanche credevo, dove non avrei mai pensato di arrivare…

Maggio 2009 – Elba

Non capisco dice Gluca, un mio omonimo leccese da poco in hotel come chef de rang, come tu possa tutti i giorni, arrivare al lavoro…cantando…scherzando con tutti, quando poi sei il piu’…parlato dietro…anzi devo aggiungere che dicono che ci assomigliamo, che di due non ne facciamo uno, che i migliori sono loro…che…”….Che…che cazzo…rispondo…mavaffanculo…come dici tu in dialetto…ma che cazzo te ne fotte di cio’ che dicono…lasciali parlare…a me non  piace giudicare la gente, specialmente quella con la quale lavoro…La ragazza e’ la moglie dello chef e si sente in diritto di dire anche piu’ del dovuto…contenta lei…contenti tutti…Diego, l’altro chef de rang, da quando sono arrivato non fa’ altro che dire e dire su’ di me….xfino sui cocktails vuol mettere bocca…beh…forse e’ geloso xche’ voleva stare lui al bar…o forse xche’ ho sempre una buona presenza femminile al banco che mi fa’ compagnia…lo sai…no…la volpe che non poteva raggiungere l’uva….sara’ anche piu’ bravo nel lavoro, e non me ne frega un cazzo…ma con le donne non gliela fa’…arriva dopo….diceva un vecchio saggio caro gluca….non e’ la stabilita’ che dobbiamo ricercare….ma l’equilibrio…”….Oggi e’ un caldo bestiale, la piscina al completo…Nel tardo pomeriggio faccio amcizia con 3 ragazze….due Abruzzesi, farmaciste ed una Siciliana…ingegnere…carine e simpatiche…ma finiro’ tardi al bar…a meno che, una di loro non voglia aspettarmi…

Marzo 2009 – Elba

….”….Finche’ stavamo insieme, dice Teresa, ero io a prendermi cura di te…ora che sei solo, riguardati, non sei piu’ quello di una volta…non puoi piu’ fare certe cose…anche se sei guarito non puoi fumare le canne, bere…hai una cicatrice su’ quel cazzo di cuore, mettitelo bene in testa, non ce l’hai sul ginocchio o sul braccio…”…”…Hai ragione, rispondo, che vuoi che dica…ok…ok… non ho fatto vita sanissima, ma neanche troppo sregolata…qualche canna, qualche birra…comunque via, cerchero’ di limitare ogni…abuso…come dicono i medici…lo sai, ci sono momenti di umore migliore, altri dove ti senti una merda, dove tutto va’ male…psicologicamente sono a pezzi, ho fatto tanti sbagli in vita mia, ma me ne sono anche successe di tutti i colori, cazzo…troppe, troppe…mi e’ stato dato tanto , ma mi e’ anche stato tolto tanto….e cio’ che hai perso non tornera’ piu’….anzi ti fa’ ancora incazzare il fatto di non poter sapere cosa sarebbe successo se…questi cazzo di se…se…se…se…affanculo anche loro…il dolore, come diceva Hesse, non conosce stagioni…x quanto non faccia altro che cercare di sorridere alla vita, mi porto dietro una montagna di paure, fucking flashback e una canna e una birretta fanno sempre una gran compagnia….affanculo…”…Metto su’ un cd si De Gregori…La donna cannone…che coincidenza…l’asfalto corre via sotto i piedi…come le parole…e senza pane e senza sete…e senza ali e senza rete voleremo via…cosi’ la donna cannone, quell’enorme mistero volo’… tutta sola verso il cielo nero nero si incammino’…tutti chiusero gli occhi…e in un attimo esatto lei spari’…altri giurarono, spergiurarono, che non erano mai stati li’…