Fëdor Michajlovič Dostoevskij

A volte l’uomo è straordinariamente, appassionatamente innamorato della sofferenza.