Elba

Appena i clienti si siedono a tavola chiedo sempre loro se gradiscono dell’acqua…..Ogni tanto capita qualcuno come oggi a pranzo che risponde con un sorrisino…”….Acqua….ahhh…acqua….ahhhh……chi la beve……”…..Acqua si deficiente, vorrei dirgli, sai che cazzo me ne frega se bevi solo vino….Ne prendono una mezza naturale….il ganzo ordina anche una bottiglia di bianco da 70 euro…..forse vuole fare colpo sul cesso che ha davanti….è così brutta che non ci andrei neanche mi dessero la pensione a vita….E’ pure in vena di altre battute ma la sala è piena, così lo lascio solo con la sua conquista….La notizia di mio cognato mi ha troncato le gambe….sembra proprio che le speranza siano nulle, ma aspettiamo il primo ciclo di chemio e magari un miracolo….a volte accadono….In ogni caso speriamo che tutto sia molto veloce x evitare sofferenze inutili….sofferenze che in maniera diversa riguardano tutti….la comunicazione diventa sempre più difficile….cosa dirgli….cosa realmente si immagina….cosa succederà….magari qualcosa come cantava Lucio Dalla nella Sera dei Miracoli….

È la sera dei miracoli fai attenzione
qualcuno nei vicoli di Roma
con la bocca fa a pezzi una canzone.
È la sera dei cani che parlano tra di loro
della luna che sta per cadere
e la gente corre nelle piazze
per andare a vedere
questa sera così dolce che si potrebbe bere
da passare in centomila in uno stadio
una sera così strana e
profonda che lo dice anche la radio
anzi la manda in onda
tanto nera da sporcare le lenzuola.
È l’ora dei miracoli che mi confonde
mi sembra di sentire il rumore di una nave sulle onde.
Si muove la città con le piazze
e i giardini e la gente nei bar
galleggia e se ne va, anche senza corrente camminerà
ma questa sera vola,
le sue vele sulle case sono mille lenzuola.
Ci sono anche i delinquenti
non bisogna avere paura ma
stare un poco attenti.
A due a due gli innamorati
sciolgono le vele come i pirati
e in mezzo a questo mare cercherò di scoprire quale stella sei
perché mi perderei se dovessi capire che stanotte non ci sei.
È la notte dei miracoli fai attenzione
qualcuno nei vicoli di Roma
ha scritto una canzone.
Lontano una luce diventa sempre più grande
nella notte che sta per finire
è la nave che fa ritorno,
per portarci a dormire.

Elbaultima modifica: 2018-02-13T16:23:56+01:00da apoloo1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento