Medjugorje – Bosnia Herzegovina

Alla frontiera con la Bosnia, ci fanno storie x la carta verde assicurativa, che non abbiamo con noi…”…Pensavo che oramai, dico a Dimitri, fosse automaticamente compresa nella polizza, non ci ho neanche pensato…”…Ci pensa invece un rude poliziotto di frontiera che con modi non proprio gentili ci invita ad andare in un caffe’ adiacente, dove uno pseudo assicuratore ci fa’ compilare un foglio che dice lui, vale come carta verde…Ci scrive sopra il numero della targa e via…x poco meno di venti euro…avrebbero dovuto essere 14, visto che il marka, la loro moneta, e’ cambiata a 2 x un euro e l’importo scritto era di 28…ma come dicevano anche in Croazia…ci sono le commissioni, che tutti aggiungono indistintamente…Al distributore, considerando che 10 euro sono 70 kuna, con una spesa di 258 kuna ci chiedono 40 euro…e il resto?..domanda dimitri…commissioni risponde un sorridente ragazzo…Dimitri avrebbe sempre voglia di discutere…”…Stai a romperti i coglioni x 3,4 euro…mai vai affanculo…”…Finalmente arriviamo a Medjugorje, dove negozietti che vendono souverirs religiosi spuntano da tutte le parti…Lasciamo la macchina ed andiamo verso la collina dove ci sono state le prime apparizioni…La salita e’ rocciosa e non comodissima, sembra prorio il terreno della via Crucis…Sono in molti a salire ed altrettanti a scendere…chi sorretto da un bastone, chi scalzo, chi invece sorregge e spinge chi gli sta’ vicino…Dimitri sale bene…ci fermiamo alle croci blu, x poi proseguire piu’ in alto dove si eregge una grande statua della Madonna…Tutti si fermano a pregare, in molti lo fanno anche in altri punti, ma la’ sembra il punto piu’ importante…in poco tempo siamo circondati da un gruppo che canta e prega in croato, non si capisce un cazzo ma non possiamo muoverci, quasi tutti sono inginocchiati intorno a noi…lo facciamo anche noi, ma non andiamo oltre un Amen ogni tanto…nonostante tutto si respira un vero e profondo senso di fede, indipendentemente da cio’ che accadra’, da chi ricevera’ una grazia, un aiuto o semplicemente nulla…essere qui e’ gia’ molto, non sono di quelli che dira’ che il posto gli ha cambiato la vita, ma aiuta…Sia x curiosita’, che x fede, ho sempre ricercato e visitato luoghi del genere, come ho fatto pure x un semplice e sconosciuta chiesa…non sono stato e forse non sono un buon cristiano…come dico a dimitri…”…In vita nostra non ci siamo persi neanche un peccato, a regola dovremmo essere gli ultimi a ricevere qualcosa…”…ma come dice Padre Pio…”…E’ piu’ vicino a Dio il malfattore che ha vergogna di operare il male che l’uomo onesto il quale arrossisce di operare il bene…”…

Medjugorje – Bosnia Herzegovinaultima modifica: 2010-03-01T10:23:00+01:00da apoloo1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento