Gennaio 2010 – Elba

Da quando ho deciso di cambiare macchina, il vecchio catorcio sembra non volerne più sapere…sembra stanco, sembra arrancare anche nelle salite più semplici….povera compagno di tante avventure…è arrivato a fine corsa…Non mi succede spesso di acquistare una nuova macchina…l’ultima volta fù 23 anni fa’…una stupenda Passat station wagon, color mogano…una delle prime dell’epoca…costava solo un paio di milioni in più della Golf….la più venduta sul mercato…e in molti infatti non facevano che dire…”….Ma dove vai con sto’ carro funebre?…”…nel giro di pochi anni poi, le station wagon hanno fatto tendenza x essere superate solo dall’avvento delle monovolume e dei simpaticissimi Suv….ma che cazzo ci faranno poi con stì macchinoni?…sono tutta una spesa ed inquinano e sporcano il doppio delle altre…Mia mamma invece non fa’ altro che…suggerirmi…di tenere pulita la nuova macchina…In effetti non ho mai avuto troppa cura delle altre….specialmente nel fare retromarcia…picchio sempre e non xche’ non sappia farle, ma solo xche’ non guardo mai bene abbastanza, sono semplicemente pigro nel voltarmi…lavarla poi…sicuramente lo faro’ più spesso con la nuova macchina, ma con quella vecchia, lavata o sudicia era la stessa cosa, non si notava la minima differenza…e poi mi scoccia stare in fila all’autolavaggio ad aspettare il ragazzo che viene a spostarla x pulirla dentro, senza mai rimettere le cose dove stavano…sempre ammucchiate nel sedile posteriore od anteriore…e noi la’ tutti in fila, seduti a guardare l’auto che si infila in quelle magiche spazzole che lavano ed asciugano in un attimo ed il ragazzo che ritorna con la famosa pelle, quella morbida, color marrone, che pulisce e lucida dovunque passi…tutte le volte penso di comprarne una anch’io, specilamente x pulire i vetri dall’interno…xche’ quando si appannano non si possono mai toccare, se non ci vedi devi comunque aspettare che sia l’aria calda a pulirli…se tenti di farlo con la mano ti rimangono i segni sui vetri dappertutto…se tentavi di farlo quando ti appartavi x vari motivi con una ragazza e con la sua macchina, sentivi che urlava…”…Fermati…non toccare…non ti azzardare a toccare il vetro…rimane segnato da tante goccioline…”…e via…aria calda a manetta, finche’ non bollivi dal caldo e finivi x vestirti sempre fuori in strada anche con meno 10 gradi…

Gennaio 2010 – Elbaultima modifica: 2010-01-15T15:35:00+01:00da apoloo1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento